10 agosto 2017

La vita vista da Albert Einstein


Albert Einstein




L’essere umano è parte di un intero chiamato Universo. Egli sperimenta pensieri e sentimenti come qualcosa di separato dal resto, in una specie di illusione ottica della coscienza. Questa illusione è una prigione. Il nostro compito deve essere quello di liberare noi stessi, attraverso l’allargamento del nostro circolo di conoscenze e di comprensione, sino a includere tutte le creature viventi e l’interezza della natura nella sua bellezza.








Albert Einstein (Ulma, 14 marzo 1879 – Princeton, 18 aprile 1955) - Fisico e filosofo tedesco, naturalizzato svizzero e statunitense, con le sue teorie ha rivoluzionato l'interpretazione del mondo fisico. Per il suo apporto alla cultura in generale è considerato uno dei più importanti studiosi e pensatori del XX secolo.

10 commenti:

  1. E se l'essere umano fosse la parte del tutto che l'universo utilizza per la propria auto-consapevolezza e auto-conoscenza?

    RispondiElimina
  2. Il senso della separazione dal'universo è proprio quello che fortifica il nostro ego, cosa deleteria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo un po' di tempo che praticavo yoga, il maestro chiese a tutti noi allievi se avessimo notato cambiamenti nella nostra vita quotidiana in seguito alla pratica, e quali fossero. A me venne da dire che mi sembrava di avere "perso la pelle", un'espressione che non avrei mai usato se ci avessi pensato prima; ma adesso credo di avere avuto un'intuizione giusta di quello che mi stava capitando, non solo grazie allo yoga, ma anche a tutte le altre letture e riflessioni di questi ultimi dieci anni. :)

      Elimina
  3. Ciao Grazia! Immagino che questa citazione ti abbia fatto pensare ai "compiti" dello scrittore. Non c'è quasi bisogno di dirlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! Anche perché non vedo distinzione tra lo scrittore e l'essere umano. Quello che ci fa evolvere come esseri umani è lo stesso che fa evolvere le nostre attività nel modo migliore. :)

      Elimina
  4. Mi piace l'espressione "illusione ottica della coscienza", che diventa prigione. Il problema non è solo essere, ma sentirsi parte di uno stesso universo, spesso sappiamo di esserlo ma viviamo come se non lo fossimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, sapere e sentire non sono la stessa cosa, e l'uno vale poco senza l'altro.

      Elimina
  5. Risposte
    1. Benvenuto! Grazie da parte di Einstein per il complimento. ;)

      Elimina