4 gennaio 2015

LO HA DETTO… JOSEPH EPSTEIN



 


Imparare a scrivere una prosa solida, interessante, talvolta elegante, è il lavoro di una vita. L’unico modo che conosco per arrivarci è leggere con attenzione appassionata il maggior numero possibile delle opere valide in circolazione, sia di prosa che di poesia, e trovare il modo di rendere la lettura utile al proprio scrivere.
Il primo passo è diventare lettori lenti. Nessun bravo scrittore è un lettore veloce, almeno tra chi scrive opere che si possono definire letteratura. Gli scrittori devono per forza leggere in modo diverso dagli altri.

La maggioranza delle persone si pone tre domande su ciò che legge: 1 – Cosa viene raccontato?, 2 – Mi interessa?, 3 – È ben costruito? Anche gli scrittori si pongono queste domande, ma ne aggiungono altre due: 4 – Come ha ottenuto questi specifici effetti l’autore?, e 5 – Cosa posso rubare (ovviamente camuffandolo a dovere) dal meglio che sto leggendo per usarlo nei miei scritti? Questo rallenta abbastanza la lettura.



Joseph Epstein (Chicago, 1937) è saggista, autore di racconti e professore universitario. È stato molto criticato per le posizioni omofobe espresse in alcuni suoi scritti.


  

5 commenti:

  1. Se bastasse questo...
    Comunque sono d'accordo. Da piccola mi sentivo ossessiva per questo modo di leggere e mi capitava anche di venir presa in giro. Ora so perché lo facevo e perché continuo a farlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, non basta no. Niente basta, da solo, e anche mettendo insieme tutto non è facile lo stesso...

      Elimina
  2. Buongiono Grazia e complimenti per il tuo blog che ho scoperto ora (tramite PennaBlu ^^) e che mi piace moltissimo. Trovo splendida questa citazione, forse perché rispecchia la mia realtà ed esperienza. Sono una lettrice appassionata e ho sempre divorato i libri anche in un solo pomeriggio... a un tratto erò mi sono resa conto che, se volevo che la mia scrittura funzionasse ed evolvesse, la mia lettura non andava. Per cui con un po' di sforzo e di buona volontà ho iniziato a leggere più lentamente, a rileggere e (cosa utilissima) a tenere uno"zibaldone" con note e citazioni. Quest'ultima pratica ora l'ho accantonata per mancanza di tempo, ma gli "occhi nuovi" mi sono rimasti e mi servono. Per cui grazie per aver condiviso la frase. (Sono belle anche le altre... ma dove le trovi? ^^)
    Saluti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta, e grazie dei complimenti! :)
      Sull'argomento di questa frase predico bene e razzolo male, come dice il detto. Resto tuttora una lettrice impetuosa... e frettolosa. Devo tentare anch'io con la rilettura, che mi sembra l'unico modo per non guastarsi la lettura e imparare.
      (Molte frasi le prendo dalla newsletter "Quote of the day" di Goodreads, altre vengono dai manuali di scrittura che leggo.)
      Alla prossima! :)

      Elimina
    2. Scusa, non è Goodreads ma il sito "Advice to writers", che puoi trovare qui, se ti interessa: http://www.advicetowriters.com/.

      Elimina