10 marzo 2013

MANUALE SÍ, MANUALE NO



Vale la pena di leggersi un manuale di scrittura? A cosa può servire?
La mia risposta non vi sorprenderà: serve, eccome. Senza questa convinzione non avrei deciso di aggiungere un mio manuale di scrittura a quelli già in circolazione. Ma ci sono cose che in un manuale NON troverete:
- formule e regole rigide
- trucchi per pubblicare
- lo stile “giusto” per voi
Troverete altre cose, invece:
- una sintesi di ciò che si può apprendere dalla lettura critica di centinaia di opere immortali
- consigli per affrontare i vostri punti deboli
- la conoscenza approfondita di ciò che ci mette in sintonia con il lettore
Un buon manuale, in definitiva, ci aiuta a capire perché certe storie funzionano e altre no. È uno sgabello su cui salire per raggiungere altre altezze, stavolta con le nostre forze. È una lente che ci fa vedere chiaro ciò che abbiamo dentro di noi ma fatica ad arrivare alla coscienza. È un aiuto per costruirci una nostra “cassetta degli attrezzi”, per dirla con le parole di Stephen King.
“Per scrivere bisogna sporcarsi le mani” è uno di questi manuali. L’ho pensato per dare a chi legge molta sostanza e poca apparenza, con una particolare attenzione a chi si trova agli inizi del suo cammino di scrittura oppure scrive da anni ma si è reso conto che ai suoi scritti manca qualcosa.
Nel mio manuale non troverete paroloni e pagine su pagine di esempi illustri, perché il mio scopo non è trasmettervi il fascino superiore della buona letteratura – credo che lo avvertiate già da soli! – ma fornirvi strumenti pratici, alla portata di tutti, per scrivere e correggere ciò che avete scritto.
Questi gli argomenti trattati:

1. Le idee
Ma dove stanno le idee?
Aiutare la Musa
Come sviluppare le idee
2. La trama
Cos’e la trama (e cosa non è)
Le tre fasi drammatiche
Il primo atto
Il secondo atto
Il terzo atto
Tempo verbale e punto di vista
La scena – show, don’t tell
Dramma e melodramma
Quante trame?
La realtà nella narrativa
Sottotrame e trame parallele
Il sistema a schede
3. Personaggi
Trama e personaggi: senza, non c’è storia
I personaggi: da dove vengono e cosa fanno
Lo sviluppo del personaggio
Gerarchia dei personaggi
Permettete che mi presenti: il mio nome è...
Tipi e stereotipi
Qualcosa è cambiato
4. Dialoghi
A cosa servono
Requisiti di un buon dialogo
Aspetti tecnici dei dialoghi
5. Ambientazione e descrizione
L’ambientazione: cos’è, a cosa serve
La descrizione
I cinque sensi
Dettagli: quanti e quali
Ambientazione: consigli finali
6. Lo stile
Cos’è, a cosa serve
Prologhi
Epiloghi
Il linguaggio figurato
Il suono delle parole
Vocaboli, punteggiatura & Co.
I segmenti costitutivi della narrazione
L’importanza della posizione
Incollare il lettore alla pagina
Il titolo
Le transizioni
7. La revisione
Cos’è, a cosa serve
Le fasi della revisione
Domande di riferimento per la revisione
L’occhio dell’editore

“Per scrivere bisogna sporcarsi le mani” è acquistabile in qualunque libreria, oppure online su
AMAZON, IBS, LA FELTRINELLI, INMONDADORI.


Nessun commento:

Posta un commento